Experts & Staff: Alumni


Silvia Francescon

Head, ECFR Rome Office

Languages: Italian and English
Areas of Expertise: International relations, global governance, G8 and G20, environment and development

Silvia Francescon is the head of the Rome office of the European Council on Foreign Relations. Her topics of focus include global governance, the G8 and G20, and international development. 

Before joining ECFR, Franceson was deputy head of the G8-G20 Sherpa office at the Italian Prime Minister’s Office. She was in charge of co-ordinating the Prime Minister and Sherpa’s G8 and G20 policy dossiers and bilaterals. She also served the United Nations as Co-ordinator of the Millennium Campaign in Italy and is a former negotiator of international and European agreements for the Italian Ministry for the Environment. Previously, Franceson worked at the OECD (Environment Directorate), the WTO (Legal Affairs Division), and the European Commission (DG Agriculture). She was also a research fellow in the International Law Departments of the Universities of Leiden (NL) and Ferrara (Italy). She holds a Masters in International Environmental Law from the School of Oriental and African Studies (SOAS, London) and graduated cum laude in International Law from the University of Ferrara, where she was awarded of the title of “cultore della materia” in International Law.


By Silvia Francescon

  • Italia e Russia: l’evolversi di una relazione previlegiata?

    Silvia Francescon - 04 December 2013

    All’inizio di questa settimana il Presidente Putin e la sua delegazione sono arrivati a Roma per un incontro bilaterale di alto livello. Il primo incontro interministeriale risale al 2002 e quest’anno, nell’arco di 5 ore, gli 11 ministri russi hanno firmato 35 accordi. Putin ha incontrato il Presidente Giorgio Napolitano, il Primo Ministro Enrico Letta, l’ex-Primo Ministro Romano Prodi e Papa Francesco. Il Presidente russo ha anche cenato con il suo vecchio amico Silvio Berlusconi, un ricordo della stretta relazione tra Italia e Russia


    La vittoria di Enrico Letta

    Silvia Francescon - 03 October 2013

    Mercoledì scorso il primo ministro Enrico Letta e il suo governo hanno ricevuto il voto di fiducia con larga maggioranza sia al Senato che alla Camera dei Deputati. Le dimissioni dei ministri del Popolo della Libertà avvenuta il 29 settembre in seguito alla richiesta di Silvio Berlusconi hanno indotto il primo ministro a chiedere il voto di fiducia in Parlamento facendo vacillare la coalizione di governo. Nonostate il primo ministro abbia rifiutato le dimissioni dei ministri PDL, esse hanno innescato una crisi politica generando rinnovata istabilità.


    Teniamo la nostra casa in ordine

    Silvia Francescon - 02 July 2013

    Croazia, benvenuta in Europa! Questo week-end un nuovo stato è entrato a far parte dell’UE, e spero che ne seguiranno altri – inclusa la Turchia. Per entrare a far parte dell’Unione Europea, questi paesi sono sottoposti a complicati negoziati di adesione. L’Europa richiede elevati standard su molte questioni ed è giusto così. Ma una volta che sei dentro, chi detiene il controllo? Chi controlla che tutti i requisiti siano realmente implementati e non rimangano solo sulla carta?


    La disoccupazione dell'eurozona

    Silvia Francescon - 13 June 2013

    I Ministri di Francia, Germania, Spagna e Italia si incontrerano a Roma questa settimana per discutere della disoccupazione giovanile e per introdurre nuove riforme per rilanciare la crescita e la competività. La posta in gioco è il Progetto Europeo.


    John Kerry in Italia

    Silvia Francescon - 09 May 2013

    John Kerry è giunto a Roma da Mosca, dove ha incontrato con il Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov: frutto dell’incontro è stato l’accordo su una conferenza internazionale, da tenersi entro fine mese, per proporre una soluzione politica per la crisi siriana, “per mettere fine al bagno di sangue, alle uccisioni e ai massacri”.


    Il Grand Tour europeo di Letta

    Silvia Francescon - 01 May 2013

    Subito dopo aver ottenuto il voto di fiducia in entrambe le camere del Parlamento italiano, il giovane primo ministro è partito per un tour europeo, cominciato con una visita alla Merkel, a cui Enrico Letta ha detto che è necessario “comprendere che questa crisi non ha trovato soluzione perché non c’è stata abbastanza Europa”. Ha inoltre affermato che il suo è un governo fortemente europeo, e ha rimarcato che l’Europa ha ottenuto grandi risultati quando l’Italia e la Germania hanno lavorato assieme, unite da una vocazione federalista.


    Il fardello di Enrico Letta

    Silvia Francescon - 24 April 2013

    È giovane, ha grande esperienza e, ciò che più conta, è un vero europeo. Enrico Letta, 46 anni, è il nuovo primo ministro italiano e con buone probabilità l’ultima opportunità per il paese di andare a nuove elezioni.


    Fate presto Italia!

    Silvia Francescon - 15 April 2013

    “FATE PRESTO” fu il titolo di apertura de Il Sole 24 Ore del 10 novembre 2011, nei giorni in cui Silvio Berlusconi rassegnò le dimissioni a causa della drammatica crisi economica dell’Italia. Lo stesso titolo fu già utilizzato nel 1980, in seguito ad un terribile terremoto che sconvolse il paese. Oggi, nel 2013 e cioè a quasi un anno e mezzo dalla nomina di un governo tecnico con il compito di scongiurare per l’Italia uno “scenario greco”, l’ SOS che giunge dal paese non è mai stato così urgente.