Experts & Staff: Alumni


Silvia Francescon

Head, ECFR Rome Office

Languages: Italian and English
Areas of Expertise: International relations, global governance, G8 and G20, environment and development

Silvia Francescon is the head of the Rome office of the European Council on Foreign Relations. Her topics of focus include global governance, the G8 and G20, and international development. 

Before joining ECFR, Franceson was deputy head of the G8-G20 Sherpa office at the Italian Prime Minister’s Office. She was in charge of co-ordinating the Prime Minister and Sherpa’s G8 and G20 policy dossiers and bilaterals. She also served the United Nations as Co-ordinator of the Millennium Campaign in Italy and is a former negotiator of international and European agreements for the Italian Ministry for the Environment. Previously, Franceson worked at the OECD (Environment Directorate), the WTO (Legal Affairs Division), and the European Commission (DG Agriculture). She was also a research fellow in the International Law Departments of the Universities of Leiden (NL) and Ferrara (Italy). She holds a Masters in International Environmental Law from the School of Oriental and African Studies (SOAS, London) and graduated cum laude in International Law from the University of Ferrara, where she was awarded of the title of “cultore della materia” in International Law.


By Silvia Francescon

  • Explaining the EP election results: Italy (Commentary)

    Silvia Francescon - 26 May 2014

    Matteo Renzi triumphs in Italy beyond all expectations


    Unione energetica: il punto di vista dell'Italia

    Silvia Francescon - 07 May 2014

    L’Europa manca di una politica energetica comune e coerente che possa garantire un approccio più assertivo nei confronti dei suoi maggiori fornitori. Questa è una priorità per il governo italiano, sia per la sua dimensione interna e nazionale che per quella internazionale.


    Germania e Italia: una convergenza sulla crisi ucraina

    Silvia Francescon - 28 April 2014

    Sin dall’inizio della crisi ucraina, l’approccio dell’Italia è stato allineato a quello tedesco sulla base di quattro pilastri. Una soluzione politica come unica soluzione. L’intervento militare della NATO come opzione estrema e solo come ultima risorsa. Il coinvolgimento di fora e organizzazioni internazionali come l’OCSE e il G7/G8. Infine, la ricerca di un dialogo costruttivo con la Russia. Il governo italiano sostiene che questa “importante convergenza” con la Germania su Russia e crisi ucraina sia riuscita a bilanciare l’approccio più duro avanzato da alcuni stati membri.


    El auge de los euroescépticos: visión desde Roma

    Silvia Francescon - 15 April 2014

    Las encuestas de opinión en Italia enseñan que los euroescépticos están ganando votos a expensas del centro-derecha, mientras que el gobierno está demasiado ocupado con los cambios en su interior para contribuir al debate


    Cresce l’euroscetticismo: il punto di vista di Roma

    Silvia Francescon - 09 April 2014

    E’ giunto il momento di parlare di visioni, idee e programmi per l’Europa, di discutere su come concretamente vogliamo superare il vecchio dibattito su “più o meno Europa” e abbracciare il dibattito su “un’Europa diversa”. E’ tempo di condurre una campagna elettorale europea forte, se non estrema. Invece, pare che ci sia una sorta di resa a quelli che sembrano inevitabili risultati anti-Europa che molto probabilmente porteranno ad avere un terzo del Parlamento europeo rappresentato da convinti euroscettici.


    Il tour europeo di Obama: tappa a Roma

    Silvia Francescon - 25 March 2014

    Il 27 marzo Barack Obama incontrerà a Roma il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi e Papa Francesco. La visita italiana avrà luogo in occasione del primo viaggio di Obama in Europa del 2014, in seguito  alla sua partecipazione al terzo Summit sulla Sicurezza Nucleare a L’Aia e al Vertice UE – USA a Bruxelles.


    Un approccio strategico verso la Siria

    Silvia Francescon - 14 January 2014

    Ieri ECFR ha pubblicato la quarta edizione dello European Foreign Policy Scorecard, una valutazione omnicomprensiva della politica estera europea in sei aree chiave – le relazioni con gli Stati Uniti, la Cina, la Russia, l’Europa allargata e il Medio Oriente e Nord Africa, e della performance dell’Europa nelle istituzioni multilaterali e nella gestione delle crisi – e dei 28 stati membri dell’UE. Il 2013 è stato un buon anno rispetto ai tre anni precedenti: la relazione con la regione del Medio Oriente e Nord Africa è sicuramente da annoverare tra i miglioramenti.


    Italia e Israele: una strategia per la crescita

    Silvia Francescon - 11 December 2013

    Alcuni giorni fa il Presidente del Consiglio Enrico Letta ha incontrato l’omologo israeliano Netanyahu. L’incontro  si è concluso con la firma di 12 accordi bilaterali sicurezza pubblica, protezione civile, energia, salute, educazione, ricerca e tecnologia, con lo scopo di “garantire la crescita e nuovi posti di lavoro”, come ha sottolineato Letta stesso.